Come la carta da parati arreda la tua casa in modo originale!

23 Settembre 2020

La carta da parati è un elemento d’arredo tornato di moda dopo alcuni anni in cui è stata abbandonata per alcuni difetti, ormai superati dal progresso dei materiali.


Tra gli anni ‘60 e ‘70, le case degli italiani erano solitamente rivestite di carta da parati di ogni colore e stile. Questi elementi di arredo erano molto economici e personalizzavano la casa rendendola unica. Col passare del tempo però sono emersi dei difetti che hanno portato le persone a non comprarla più, i principali erano la difficoltà di pulizia e di igiene e la difficoltà di rimozione. Questi svantaggi sono stati superati grazie alla tecnologia: il materiale innovativo di cui sono prodotte le moderne carte da parati si chiama “tessuto non tessuto” (TNT), ottenuto da una combinazione da resine e fibre sintetiche. Questo tessuto non tessuto ha la proprietà di essere idrorepellente (non si bagna) e resistente alle alte temperature.
carta da parati classica
Queste proprietà fanno in modo che la maggior parte dei difetti della vecchia carta da parati siano risolte: per pulire una moderna carta da parati basta intervenire con un panno bagnato, persino per rimuovere delle macchie basta intervenire con tempestività con una spugna imbevuta di acqua e inoltre l’umidità non la farà staccare più dalle pareti creando le odiose bolle di un tempo. Infine, per essere rimosse richiede pochissimo sforzo, basta sollevare i lembi dagli angoli e arrotolare la carta da parati. Un’altra differenza col passato è che una volta la carta da parati veniva estesa per tutta la casa o per tutte le pareti di una stanza, mentre oggi il modo migliore per usarla è di stenderla solo su una parte di una parete, dando risalto ad una specifica zona della stanza, magari in combinazione con altri elementi di arredo, come mensole, librerie o tavoli. Questo è possibile perché la moderna carta da parati è adatta a tutti gli ambienti, sia zona giorno che notte, così come anche per i bagni e addirittura per la nicchia della doccia o per i pavimenti.
carta da parati moderna  
La carta da parati oggi è un elemento con alto potere di arredo, capace di risaltare una piccola parte della stanza o a donare profondità a delle piccole nicchie. Ad esempio, in soggiorno può essere usata per decorare solo la parete dietro al divano magari giocando con la trama della fodera o del pavimento, oppure si può decorare con un tema floreale solo intorno una grande finestra vivacizzando l’ambiente senza dover coprire tutta la stanza. In camera da letto è semplice posizionare la carta da parati per decorare l’ampia parete bianca che si trova alle spalle del letto, in questo caso si può delimitare la striscia alla sola larghezza del letto, senza dover coprire tutta la parete e per donare originalità si può pensare di proseguire la striscia anche sul soffitto, giocando con i colori delle coperte. Nelle stanze riservate allo studio, la carta da parati può essere usata per decorare e donare vivacità alla parete dietro la scrivania delimitando una nicchia riservata.  Le moderne carte da parati possono essere fabbricate anche con delle fibre sintetiche speciali, capaci di essere utilizzate anche in ambienti umidi come il bagno e persino per decorare la nicchia della doccia. In questo caso però la qualità fa la differenza, ma il costo elevato può essere ammortizzato con la logica di coprire solo alcune piccole zone. I prezzi delle moderne carte da parati hanno range ampi che vanno dai pochi euro al metro quadro fino anche a oltre 100 euro al metro quadro, per i prodotti sartoriali fabbricati su misura della parete, con anche un effetto tridimensionale dell’immagine stampata con le proporzioni esatte della casa. La carta da parati è una soluzione perfetta per chi ama personalizzare la casa con l’arte e il colore ed è adatta anche per chi ama il “fai da te” grazie alla sua semplicità di utilizzo.
carta da parati fai da te
   
La Casa D’Oro è un negozio di arredamento situato a Taranto in via Emilia 185, disponiamo di una vasta gamma di marchi italiani e nazionali in grado di soddisfare tutte le tasche e tutti i gusti. Il nostro servizio di consulenza gratuita per l’ottimizzazione del budget ci permette di farvi risparmiare, sempre garantendo la qualità dei prodotti scelti.

Fissa un appuntamento

348 Visitatori

Tipologie di cucina: la più adatta composizione per ogni stanza

23 Luglio 2020
Scegliere attentamente la forma della cucina è importante perché è la stanza in cui si passa la maggior parte della giornata o comunque quella che si utilizza di più.
Prima di scegliere la tipologia di cucina a seconda dei nostri gusti, dovremo fare i conti con la forma dell’ambiente: non tutte le stanze sono uguali, alcune sono molto strette e lunghe, altre hanno una porta finestra che occupa una parete intera, altre sono provviste di porte di accesso situate in zone scomode. Un’altra attenzione particolare riguarda il punto di attacco del gas e dell’acqua per collegare rispettivamente cucina o piano cottura e lavandino: è buona norma prevedere che questi due componenti domestici, per qualsiasi tipologia di cucina, siano molto vicini l’uno con l’altro perché spesso vengono usati contestualmente. In questo caso, è più facile allontanarsi dall’attacco del gas, perché può essere collegato alla cucina o al piano cottura anche con tubi di 2 metri di lunghezza, mentre il lavandino dovrà per forza essere posizionato in prossimità degli allacci dell’acqua, a meno di non voler prevedere dei lavori specifici.
In generale, per tutte le tipologie di cucina che prenderemo in esame, per l’Italia occorre fare riferimento e osservare le norme CEI 64-8 per gli impianti elettrici e D.M. 05/07/1975 per le distanze minime di altezza e larghezza degli arredamenti. Queste norme possono rendere alcune tipologie di cucina non idonee all’ambiente preposto anche se la forma lo consentirebbe, ad esempio vanno resi accessibili e sicuri gli accessi alle prese di corrente, indispensabili in una cucina.
Definiti questi aspetti preliminari, si possono prevedere le seguenti tipologia di cucina:

Tipologia a C

CUCINA A CGli elementi di arredo sono disposti lungo tre pareti della stanza, quindi gli oggetti principali come lavandino, piano cottura e piano di lavoro possono avere un lato dedicato ed esclusivo rendendo più comodo l’utilizzo di ogni elemento. Questa tipologia è ideale per stanze abbastanza grandi da consentire l’inserimento di un tavolo con sedie nel lato della stanza rimasto sgombro.

Cucina in linea

CUCINA IN LINEA Questa disposizione consente di affiancare tutti gli elementi di arredo lungo un’unica fila, tenendo d’occhio solo la lontananza del frigorifero dalle fonti di calore, è l’ideale per cucine con pareti abbastanza lunghe da poter consentire il posizionamento di tutti gli arredi più importanti, di solito sacrificando il piano di lavoro. In compenso questa soluzione regala molto spazio per il posizionamento di un tavolo in tutto il resto della stanza.

Cucina in linea doppia

CUCINA IN LINEA DOPPIA Questa tipologia viene utilizzata principalmente in ambienti allungati, dove due pareti sono troppo corte per ospitare un arredamento e le altre due quindi devono ottimizzare gli spazi. Per far questo è meglio separare i piani di lavoro sulle due pareti opposte, di solito cucina e forno da una parte e lavandino e frigorifero dall’altra.

Cucina ad angolo

cucina ad angoloCome dice il nome, gli arredamenti si dispongono formando un angolo tra due pareti consecutive della casa, permettendo la liberazione di un grande spazio dall’altra parte della stanza per ospitare un tavolo e consentendo ampia libertà di movimento alle persone.

Cucina con isola

cucina con isola Questa caratteristica tipologia è poco comune ed è idonea per ambienti molto ampi e soluzioni di alto livello, anche perché, per permettere il posizionamento di un piano cottura o di un lavandino al centro della stanza, bisogna predisporre un impianto (rispettivamente gas e idraulico) fatto apposta per l’occasione. Il risultato finale però è sicuramente di effetto e originale.

Cucina con penisola

cucina con penisola E’ sostanzialmente una cucina ad angolo dove però è prevista una parte sporgente, non attaccata ad alcuna parete, utilizzabile come piano di lavoro, piano cottura, zona lavello o anche come bancone per una colazione o un pasto veloce. Anche questa tipologia richiede abbastanza spazio e dona un piacevole effetto di originalità. La Casa d’Oro – soluzioni d’arredo – a Taranto in via Emilia 185, offre un servizio di consulenza per arredare la tua casa, partendo da qualsiasi budget a disposizione e sempre garantendo la qualità dei prodotti scelti.

Fissa un appuntamento

667 Visitatori

Arredare casa a Giugno tra nuove forme, spazi e colori

4 Giugno 2020
Con l’arrivo dell’estate, arredare casa diventa un compito piacevole e rigenerante in cui si pone attenzione alle cromie ed agli spazi da rivalutare.
Dopo questa primavera che ci ha visti protagonisti di una quarantena forzata rivivendo molto le nostre mura domestiche, arredare casa ha acquisito una valenza diversa. Con l’arrivo di Giugno e di questa nuova fase, molti hanno valutato come riproporre gli ambienti casalinghi sfruttati durante le giornate estive.

Quali sono gli spazi da rivalutare?

La veranda ed il soggiorno sono le zone in cui si passa la maggior parte del tempo, della convivialità, dell’accoglienza, delle confidenze e dei passatempi. Quando si arreda casa, il gusto personale fa la sua parte nella scelta dei colori e deve anche adeguarsi all’estetica, al design ed alla psicologia.   Soprattutto in questa fase storica e pandemica, i colori scelti  devono infondere agli abitanti della casa ed agli eventuali ospiti, sensazioni di relax ed energia e nel contempo richiamare la vivacità estiva. Inoltre è fondamentale che ci sia anche una continuità tra ambiente interno ed esterno, così da creare una sinergia unica.

La veranda e la vita estiva

arredare casa balcone
Svegliarsi facendo colazione fuori, pranzare con la frescura, cenare di fronte ad un bel tramonto, leggere, dipingere e chiacchierare, sono alcune delle belle emozioni che può offrirci una veranda. La grandezza dello spazio che si ha a disposizione può variare, ma l’importante è che si garantisca il comfort tanto agognato.   Esistono varie tipologie di verande: quelle aperte in piena simbiosi col giardino ed altre, invece, che sono chiuse da vetrate. In questi casi i colori adatti sono  quelli caldi che in termini di materiali si traducono col vimini ed il legno.   Infatti i salottini in vimini sono quelli che vanno più in voga: caratterizzati da due poltroncine singole e una più lunga da tre posti, spesso sono accompagnate anche da un tavolino di legno al centro. Per quanto riguarda il legno, vanno di moda sedie con cromie appariscenti e calorose quali il rosso o l’arancione.   Quando questo ambiente è funzionale ai pasti, le tonalità scelte sono il bianco o il legno color sabbia. In entrambi i casi, i rivestimenti di questi arredi sono cuscini bianchi, verdi oppure blu e tonalità che richiamano la natura e le onde del mare, ma sono anche molto apprezzati i colori tenui.  

La vita estiva in casa

arredare casa estate
Quando si dispone di case piccole, sprovviste di giardino bisogna necessariamente viversi solo la parte interna. Cosa fare? La parola d’ordine è cambiamento! Nell’arredare una casa piccola, bisogna trovare dei piccoli angoli ed arredi da custodire e da stravolgere!   Si parte variando coi tavolini, portariviste ed oggetti d’arredo sul bianco o sul verde acqua, stessa cosa vale per le tende e i divani. Questi elementi d’arredo dovranno essere un tutt’uno con la luce estiva così da essere un continuum di energia positiva. Dopo questi consigli, se siete pronti ad arredare casa, rivolgetevi alla Casa d’Oro- Soluzione d’Arredo che si trova a Taranto in via Emilia,185. I nostri esperti del settore sono disponibili telefonicamente allo 099 6614007 o via mail al seguente indirizzo: info@lacasadoro.net.

Fissa un appuntamento

581 Visitatori